Tornei di Black Jack

L’idea di organizzare dei tornei di Blackjack si è rivelata un’iniziativa azzeccata. Man mano che è cresciuta la reputazione dei tornei di poker, anche quelli di Blackjack sono diventati più diffusi ed apprezzati. Soprattutto negli ultimi 5 anni, i tornei di Blackjack si sono sviluppati ed ampliati, e sono diventati famosi soprattutto tra i giocatori più giovani. Competere contro gli avversari è di solito la parte divertente dei tornei e per molti giocatori il potersi guadagnare una buona fama in un torneo è quasi tanto importante quanto vincere il premio in palio.

Sono diverse le ragioni che rendono i tornei di Blackjack così emozionanti, sia per i giocatori che per chi si limita ad osservare. Innanzitutto i tornei di Blackjack di solito hanno un limite di tempo o un numero massimo di mani che possono essere giocate. In aggiunta ci può essere anche un limite sul valore delle puntate da fare mentre si gioca.

I giocatori vengono esclusi dal torneo una volta che hanno perso l’ammontare di denaro con cui avevano iniziato a giocare e non sono autorizzati a recuperare le loro perdite aggiungendo ulteriore denaro. Ogni sessione di gioco ha di solito un limite di tempo di due ore.

Quindi fortuna e tempo hanno un ruolo molto importante quando si gioca contro i migliori giocatori del mondo in questo tipo di tornei. Lo scopo è quello di battere il dealer e gli altri giocatori al tavolo. Ogni tavolo ha un vincitore che conquista il diritto di passare al turno successivo.

Perchè il gioco di blackjack sia equo e corretto, tutti i giocatori devono piazzare le loro fiches in maniera visibile per gli altri giocatori
. Una volta che il turno è finito, ogni giocatore prende le fiches che ha di fronte a se.

Quindi anche se un giocatore ha perso il turno ed è fuori dal torneo, può comunque aver guadagnato un po’ di denaro extra. Coloro che sono rimasti in gara al termine del terzo turno parteciperanno alla finale ed avranno la possibilità di vincere premi eccezionali in denaro, un magnifico trofeo e anche mettersi un po’ in mostra davanti agli avversari.

Leave a Comment