La Storia del Blackjack

Nessuno sa esattamente chi ha inventato il blackjack, che è diventato il gioco di carte al casinò più famoso al mondo. La maggior parte degli storici ritiene che il gioco sia nato in Francia agli inizi del XVIII secolo e che si chiamasse all’inizio con il più colloquiale nome di “vingt-et-un” (ventuno).

Altre versioni del gioco originale sono apparse in diversi testi all’incirca nello stesso periodo. Una versione iniziale Spagnola si chiamava “Trenta e Uno” e i giocatori dovevano raggiungere 31 ricevendo all’inizio tre carte invece di due. Alcuni hanno persino avanzato la teoria che i Romani inventarono un gioco che assomiglia al nostro amato blackjack, ma sfortunatamente non ci sono prove che questo sia avvenuto, a parte il fatto che i Romani amavano il gioco d’azzardo!

Il gioco raggiunse veramente il successo nel 1931 quando lo stato americano del Nevada rese legale il gioco d’azzardo. Per attirare gli scommettitori nei casinò, fu inventato questa speciale puntata: una mano che contenesse o il jack di picche o il jack di fiori – i “black jacks” – più l’asso di picche veniva pagata dieci a uno. Il sogno di ogni giocatore! Purtroppo oggi i casinò non hanno più questa puntata speciale, ma il nome è rimasto e così è nato il Black jack.

Le regole semplici e la strategia di gioco facile da imparare sono la ragione principale per cui il blackjack è diventato nei secoli un gioco così popolare e continua ad esserlo ancora oggi.